Visitare la provincia di Livorno

Visitare la provincia di Livorno

La nebbia a gl’irti colli

piovigginando sale,

e sotto il maestrale

urla e biancheggia il mar

Chissà se il Premio Nobel per la letteratura del 1906, Giosuè Carducci, si riferiva proprio a Castagneto, il borgo in provincia di Livorno in cui soggiornò per tratti della sua vita, quando si apprestò a comporre questi versi.

E chissà se il ribollir de’ tini si riferiva alla zona di produzione vitivinicola di Bolgheri, dove si producono dei rossi che fan da favola, ricercatissimi in tutto il mondo.

Il nostro viaggio oggi fa tappa nella provincia di Livorno, una terra in Toscana che conosce il mare, ma anche zone più collinari e dalle curve dolci.

bolgheri
Autore: Repuli

Cosa vedere in provincia di Livorno

Nell’articolo di oggi, tralasciando la città capoluogo di provincia, ti vogliamo portare in questa zona del centro Italia per fartela scoprire al meglio e regalarti delle idee per le vacanze.

Che tu decida di visitarla di passaggio, prenderti un weekend o addirittura una settimana, la provincia di Livorno saprà certamente stupirti e avrà la proposta ideale per qualunque tua richiesta e necessità.

isola d'elba
Autore: Magnetismus

San Vincenzo

Questo tour parte dalla costa, e ti porta subito a scoprire un posto rilassante e scaccia-stress. Una sabbia soffice e dorata, bagnata da un mare azzurro e limpido è quello che ti serve per staccare. 

La Spiaggia di Rimigliano, racchiusa all’interno dell’omonimo parco costiero nel comune di San Vincenzo è lunga oltre sei chilometri e tutt’attorno si possono ammirare verdi arbusti.

La località è ben servita e si accede anche da una pista ciclabile.
La particolarità di questo posto è che si vede tutto l’arcipelago toscano dell’Isola d’Elba.

san vincenzo
Autore: Sailko

Piombino e Populonia

Sempre rimanendo sul litorale, ma scendendo verso Grosseto si giunge a Piombino.
La città portuale è costellata da edifici medievali, come il Rivellino, il Torrione o la Cittadella, un complesso fortificato fatto costruire dagli Appiani, principi di Piombino. 

Inoltre, anche le spiagge del posto meritano una menzione: la sabbia scura di Salivoli o il Golfo della Calamoresca.

Oggi però vogliamo parlarti più approfonditamente del Parco Archeologico di Baratti e Populonia. Si tratta di un vero spettacolo, qualcosa che racchiude vari secoli di storia, visto che si possono osservare i passaggi degli etruschi, dei romani e del medioevo.

populonia
Autore: Glen Bowman

Descrivere questo luogo in un articolo di blog è veramente qualcosa di riduttivo, per cui proveremo a darti pochi input per invogliarti a visitare questo museo a cielo aperto. 

Alcuni must sono la Necropoli San Cerbone, la Necropoli delle Grotte e l’Acropoli di Populonia. La prima è un prato verde a pochi passi dal mare, ma calpestato da tombe risalenti a prima della nascita di Cristo. 

Alla Necropoli delle Grotte potrai ammirare altre tombe, ma bisogna attraversare un sentiero di circa 40 minuti che in parte è sul prato, in parte sul bosco.
Infine, all’Acropoli cittadina, non mancano dei panoramici belvedere immersi nella storia romana, fatta da templi e domus.  

Puoi trovare più informazioni direttamente sul sito del parco, il quale fa parte del complesso dei Parchi della Val di Cornia.

populonia
Autore: Glen Bowman

Castagneto Carducci e Bolgheri

Un po’ più a nord di San Vincenzo, nell’entroterra toscano, sorge Castagneto Carducci, borgo dominato dal Castello dei Conti della Gherardesca

Chiaramente il nome prende spunto dal poeta, che visse in questa terra per tratti della sua vita e che lo ispirò nei suoi scritti. Ma questo comune è nell’immaginario collettivo anche per il suo Viale dei Cipressi, un’icona toscana che è meta di fotografi e cineasti.
Lungo oltre 4 km, questa strada parte da San Guido e arriva fino al centro del capoluogo del paese.

Altro punto di forza della località è la presenza di antiche e illustri cantine nei pressi di Bolgheri, una frazione di Castagneto Carducci. Qui tra degustazioni e visite non può mancare un assaggio al Sassicaia, forse il vino più ricercato da esperti e non del settore. 

Il primissimo esemplare della Tenuta San Guido fu messo nel mercato addirittura nel 1968 quando il suo inventore, Mario Incisa, che lo beveva privatamente già nel 1948, si convinse che un bordolese nella Maremma poteva funzionare.

vino sassicaia
Autore: Walter Schärer 

L’Isola d’Elba

Forse l’isola più conosciuta in Italia. Anche la storia la ricorda, per via dell’esilio napoleonico tra il 1814 e il 1815. Qui il sovrano francese fece edificare, sulle ceneri di una chiesa, il Teatro dei Vigilanti, a Portoferraio.

La terza isola più grande d’Italia e la maggiore per estensione dell’Arcipelago Toscano, è divisa in 7 comuni: Campo nell’Elba, Capoliveri, Porto Azzurro, Marciana, Marciana Marina, Rio e – il già citato – Portoferraio, considerato il capoluogo dell’isola.

Sono molte le cose da citare degne di nota all’interno di quest’isola, ma vogliamo provare a incuriosirti partendo da Portoferraio e dalle sue ville napoleoniche ancora visitabili: Villa San Martino e Villa dei Mulini

La prima, pur di dimensioni ridotte, essendo la dimora adibita alla parte privata della sua vita, vantava una serie di lussi incredibili, come la sala egizia, decorata con geroglifici e piramidi. L’altra, invece, era quella destinata ad uso pubblico e deve il nome al fatto che lì vicino si trovavano alcuni mulini a vento.

villa san martino
Autore: Edisonblus

Attenzione, poi, alla differenza tra Marciana e Marciana Marina. Per quanto riguarda il primo, siamo davanti al più antico borgo dell’isola, un vero gioiello da visitare.
Di Marciana Marina si possono apprezzare il porticciolo e le case colorate. Questo è anche uno dei comuni più piccoli d’Italia.

Partendo da Marciana, inoltre, si può arrivare al punto più alto dell’isola, oltre i 1000 metri: il Monte Capanne (raggiungibile tramite funivia o a piedi) restituisce la miglior fotografia dell’Elba, con un panorama unico.

Infine, vogliamo raccontarti di qualche spiaggia in cui passare dei momenti tranquilli.
Anche qui, ci sono davvero tantissimi posti da visitare e ammirare, ma soffermati alla Fetovaia, alla spiaggia delle Ghiaia, la spiaggia Padulella e la spiaggia de l’Enfola.

marciana marina
Autore: Olek Brovko

Eventi in provincia di Livorno

Se vuoi recarti in questa zona della Toscana sappi che ci sono molti eventi e sagre che possono ravvivare la tua serata. Ovviamente, dipende sempre dalla stagione in cui ti troverai a visitare la provincia di Livorno, per cui monitora sempre i social e il web.

Vogliamo partire dalla Sagra del Carciofo a Piombino nel mese di aprile.
Per il mese successivo ti consigliamo Un mare di gusto, nel comune di San Vincenzo. Questo evento viene organizzato ogni anno da Fulvio Pierangelini, chef del Gambero Rosso. Da ricordare la kermesse del 2008, quando il cuoco decise di cucinare per tutte le signore over 65, invitando a servire il pranzo Gabriele Salvatores, Gino Paoli e Oliviero Toscani.

Campiglia Marittima è nota per i suoi eventi dedicati alla società.
Ad agosto c’è Apritiborgo, un festival nazionale di arte di strada con spettacoli fissi e itineranti al fine di promuovere artigianato e gastronomia.
A novembre, invece, è il turno della Sagra della schiacciata e della Sagra d’autunno.

Infine, impossibile non citare la sagra del cinghiale, un animale iconico per questa terra.
A Suvereto (ma anche in altri comuni), tra novembre e dicembre, si svolge questo evento che ha visto la prima edizione nel 1968.
L’incontro tra sapori, musica e folklore dà la possibilità a tutti di assaggiare le pietanze preparate con questo animale.

Autore: Famend

Campeggi in provincia di Livorno e dove prenotare

Speriamo di averti invogliato a scoprire la provincia di Livorno, raccontandoti al meglio questi borghi storici con le migliori attrazioni da visitare.
Una delle migliori modalità per vivere questa incredibile terra è quella di soggiornare in campeggio. Ce ne sono davvero tantissimi!

Per prenotare un posto in campeggio, oppure semplicemente soggiornare in qualsiasi tipo di struttura in questa zona, puoi trovare le migliori offerte su Prenotaitaliano, il portale verticale sul turismo 100% made in Italy.

All’interno del sito potrai entrare in contatto con le migliori esperienze di viaggio e decidere quale sia la migliore per te e la tua famiglia: ti basta inserire la località desiderata e potrai visionare strutture che offrono servizi di vario genere.

Quelle che preferisci potrai salvarle direttamente nella tua personale wishlist.

Riccardo

Related Posts

Visitare Palermo: luoghi più suggestivi e curiosità

Visitare Palermo: luoghi più suggestivi e curiosità

5 + 1 Cose da vedere a Livorno

5 + 1 Cose da vedere a Livorno

La città di Trapani

La città di Trapani

Alla scoperta della Roma barocca

Alla scoperta della Roma barocca

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.