Le terme più belle d’Italia

Le terme più belle d’Italia

La pratica sociale di frequentare le terme è qualcosa che risale all’antica Roma, quando, a partire dal II secolo a.C., vennero creati questi spazi ad uso pubblico, su ispirazione dei precursori greci ed egizi. In quel periodo storico, i centri termali erano dei momenti di socialità collettiva che abbracciavano chiunque: dai più poveri, ai più nobili.

Inizialmente sviluppate in luoghi che prevedevano una facilitazione del riscaldamento delle acque in modo naturale, le terme sono via via arrivate in tutte le città dell’impero: un esempio è il grandioso complesso di Caracalla, nella Capitale.

Oggi in Italia, anche per via delle recentissime conseguenze e restrizioni derivanti dalla pandemia, il turismo termale è un trend in crescita, che vuole rilanciarsi, e si colloca tra due estremi: le terme libere, ossia quelle vere e proprie piscine a cielo aperto che permettono a chiunque le visiti di accedervi, e le SPA (acronimo della locuzione latina Salus Per Aquam, quindi “salute per mezzo dell’acqua”), centri benessere in tutto e per tutto dove non sgorgano sorgenti naturali, ma le acque vengono studiate ad hoc affinché apportino benefici.

Le 10 terme più belle d’Italia

Abbiamo pensato di proporti un elenco di quelle che riteniamo siano le più belle e famose località termali in Italia: da nord a sud, vogliamo farti conoscere dove sono i centri termali del nostro Paese, le loro origini e come mai sono le migliori terme in Italia.

Terme di Bormio

Vogliamo cominciare questo tour delle terme più belle d’Italia da quella che si trova più a nord: in Valtellina, nella magnifica Bormio, è presente una spettacolare vasca termale con vista sulle alture.

Chiamata con il nome dell’inventore Leonardo Da Vinci, le Libere Terme di Bormio sono qualcosa di unico nella sua semplicità. Sempre disponibili, si raggiungono dopo una passerella in montagna.

bormio
Autore: Sauro Sisti

Terme di Sirmione

Rimanendo sempre in Lombardia, ma scendendo al confine con il Veneto, Sirmione è una delle tappe preferite da turisti nazionale e internazionali, che ogni anno si lanciano a popolare questi centri termali.
In questo gioiello che si affaccia sul Lago di Garda, sono tantissime le SPA che regalano dei momenti di serenità e riequilibrio del corpo.

Solo per citarne alcuni, il Catullo o il Grand Hotel Terme, offrono dei servizi di primissimo livello, in una cittadina che si contraddistingue per la cura del dettaglio in ogni via e strada.

sirmione
autore: Manfred Heyde

Terme di Abano e Montegrotto

In provincia di Padova si trova quello che è il centro termale più grande del Veneto e tra i maggiori d’Italia. Con oltre 70 strutture ricettive, Abano Terme, Montegrotto e i vicini abitati euganei sono tra le zone termali più frequentate anche per via della specializzazione in fangoterapia e trattamenti inalatori.

Tra i tantissimi nomi si possono citare l’Hotel Europa, l’Hotel Terme Salus o il Plaza, veri centri per il wellness di primissimo livello. In più, va ricordato che tutti gli alberghi sono convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale.

abano
autore: Paolobon140

Terme di Salsomaggiore

Abbassando lo sguardo sulla cartina si arriva in Emilia-Romagna, più precisamente nei pressi di Parma. A una quarantina di chilometri dalla città ducale c’è Salsomaggiore, località famosa per aver ospitato vari anni la kermesse nazionale “Miss Italia”.
Le acque di questa zona termale sono note per essere salsobromoiodiche, tra le più ricche di sali minerali conosciute in natura.

Le Terme Berzieri sono l’edificio termale che racchiudono il centro wellness della città. Questo impianto è un vero capolavoro d’architettura liberty e art déco, costruito a cavallo tra il secondo e il terzo decennio del ventesimo secolo.

terme di salsomaggiore
autore: Raimondo Perrina

Terme di Montecatini

Anche le regioni centrali sono rinomate per ospitare dei parchi termali. A Montecatini, in provincia di Pistoia, ci sono degli stabilimenti mozzafiato per chiunque voglia godersi una vacanza che mira al benessere personale. Le fonti termali, infatti, sono alimentate da quattro sorgenti che nascono da una falda a oltre 60 metri di profondità. Queste danno luogo ad acque differenti, sapientemente usata per varie tipologie di cure.

Dalle storiche Terme Leopoldine o Terme Tettuccio (edificate prima del 1800), alle ben più recenti Terme nuove Redi, l’esperienza di Montecatini è sinonimo di qualità.

autore: Richard Barrett-Small

Terme di Saturnia

Certamente la medaglia d’oro alla scenografia ed estetica va a Saturnia.
Sempre in Toscana, questa volta nella parte sud, c’è un paradiso acquatico conosciutissimo. E parlando di Eden, leggenda narra che sia stato proprio un fulmine lanciato da Giove, che non riuscì a centrare Saturno, a creare questa scenografia.

Al dì la degli aspetti mitologici, queste numerose vasche naturali create dal calcare raggiungono una temperatura costante di 37,5°, con un abbondante afflusso d’acqua al secondo, regalando dei pomeriggi fuori dalla routine da ricordare.
Per di più, sono totalmente gratuite e ad accesso libero.

terme di saturnia
autore: Mariapatrizia

Terme di Viterbo

La Tuscia è un capitolo a se quando si parla di impianti liberi. Nei dintorni di Viterbo, infatti, sono presenti parecchie tra le migliori terme gratis in Italia. Le più note e apprezzate sono quattro, a partire dalle Terme del Bullicame, che vengono citate addirittura da Dante nell’Inferno. Queste alla sorgente presentano una temperatura di circa 58° e si presentano con due piscine naturali, una con l’acqua più calda e una più fredda.

Altra storia le Piscine Carletti, a soli due kilometri dal centro di Viterbo.
Qui – immersi in un enorme parco – ci si trova dinnanzi a numerose vasche, con una temperatura d’uscita dell’acqua di quasi 60° gradi e la possibilità per i turisti di crearsi il proprio percorso.

Altra tappa fondamentale è il Bagnaccio, che prevede una piccola quota per l’ingresso per finanziare i lavori, allo stesso modo delle Masse di San Sisto, dove sono addirittura presenti alcuni servizi.E infine, se al posto delle terme libere preferite andare in quelle private, sono altresì noti il Salus e le Terme dei Papi.

terme di viterbo
autore: Angelmanxego

Terme di Agnano

A Napoli, immersi nella storia, c’è questo parco termale che non ha nulla da invidiare ai precedenti, tanto che negli anni Venti del Novecento era considerato un vero e proprio modello per queste tipologie di strutture.
All’interno di questo stabilimento privato, si possono trovare tutti i maggiori comfort, grazie all’aiuto di acquesulfureo-salso-bicarbonato-alcalino-terrose, provenienti da 72 diverse sorgenti.

Interessante anche l’aspetto archeologico del palazzo, tant’è che durante gli ultimi restauri sono affiorati reperti delle antiche terme romane.

agnano



Grotta delle Ninfee

Spostandosi in Calabria, a Cerchiara, si arriva in un posto suggestivo, che deve il suo nome al mito: si pensa, infatti, che in questo angolo creato tra due enormi rocce, vi fosse custodito il talamo della ninfa Calipso.

La Grotta delle ninfee è da tempi antichi nota per le sue proprietà benefiche e presenta una piscina calda che arriva a 30°.
Nel fondale è presente il fango termale che i turisti si spalmano addosso.

Da segnalare, però, che al momento sono chiuse per motivi di sicurezza.

cerchiara
autore: Beppeveltri 

Terme di Vulcano

Vogliamo chiudere questa rassegna delle terme più belle d’Italia con un’altra affascinante piscina termale creata dalla natura.
Giunti in Sicilia, non si può non andare una giornata nell’Isola di Vulcano, appartenente al gruppo delle Eolie. 

Qui il consiglio è di prendersi la giornata per stare in questo gioiello del sud Italia e lasciarsi distendere fisicamente e mentalmente dall’acqua e fanghi riscaldati dall’attività vulcanica sottostante. 

Infatti, le tre differenti zone termali dell’isola, la “pozza”, il “mare caldo” e le “fumarole”, sono frutto del vulcano e privi di intervento umano.
L’odore di zolfo, l’acqua salina e i fanghi argillosi sono l’ideale per numerose tipologie di trattamenti.

terme di vulcano
autore: Ghost-in-the-Shell

Prenotare un soggiorno alle terme

Abbiamo cercato di mostrarti lungo tutto lo stivale quali siano le acque dei migliori centri termali del nostro Paese, sperando di averti invogliato a immergerti per una pausa rigenerante.

Per prenotare, trova le migliori offerte su Prenotaitaliano, il portale verticale sul turismo 100% made in Italy. 

All’interno del sito potrai entrare in contatto con le migliori esperienze di viaggio e decidere quale sia la migliore per te e la tua famiglia: ti basta inserire la località desiderata e potrai visionare strutture che offrono servizi di vario genere. 

Quelle che preferisci potrai addirittura salvarle nella tua personale wishlist.

Mirco

Related Posts

Viaggiare con bambini in Toscana

Viaggiare con bambini in Toscana

fallback-image

5 tappe per un roadtrip in Emilia-Romagna

Le cose da non dimenticare mai in un viaggio in tenda

Le cose da non dimenticare mai in un viaggio in tenda

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.